Benvenuti a Roma

Roma San Pietro

Nella splendida Roma dei gladiatori con il suo Colosseo, la meravigliosa Basilica di San Pietro unica al Mondo, le famose fontane come la Barcaccia a piazza di Spagna oppure Fontana di Trevi entrambe opere del Bernini, Castel Sant’Angelo eretto dall’Imperatore Adriano come sepolcro per custodire le sue spoglie e quelle della sua famiglia, per poi diventare la residenza dei Papi.

Concilio Vaticano II, speranze e illusioni

Concilio Vaticano II

Il Concilio ecumenico Vaticano II è la riunione di tutti i vescovi del mondo per discutere di argomenti riguardanti la vita della Chiesa cattolica.

Si svolse in quattro sessioni sotto i pontificati di Giovanni XXIII e Paolo VI, dal 1962 al 1965 culminato in quattro Costituzioni, tre Dichiarazioni e nove Decreti.

Annunciato da papa Giovanni XXIII il 25 gennaio 1959, insieme all’annuncio di un sinodo della diocesi di Roma e dell’aggiornamento del Codice di Diritto Canonico:

Uno dei principali compiti del Concilio era una riflessione della Chiesa sia nel rapporto con il mondo sia nella definizione della sua identità e natura.

Nel 1960 venne nominata una commissione preparatoria per definire gli argomenti da trattare durante le sessioni plenarie del Concilio.

Leggi ancora

Comprendere il Concilio Vaticano II

Concilio Vaticano II

Lanciato da Papa Giovanni XXIII, il Concilio Vaticano II (1962-1965) aggiorna la Dottrina della Fede, al fine di conciliare la Chiesa e il mondo moderno. Cinquanta anni dopo la sua apertura, l’avventura è appena cominciata.

Il 25 gennaio 1959, il nuovo Papa Giovanni XXIII annunciò il suo progetto ai cardinali e vescovi di tutto il mondo.

L’ultimo consiglio, aveva fatto la storia del Vaticano I (1870), ed è stata interrotto in circostanze drammatiche – l’ingresso delle truppe italiane a Roma, dopo aver definito il dogma dell’infallibilità papale. Successivamente, i progetti sviluppati nell’ambito del concilio di Pio XI e Pio XII erano rimasti lettera morta.

Leggi ancora

A proposito del Concilio Vaticano II

Concilio Vaticano II

Nel 1947, quando ero un prete, non ho mai pensato di ritrovarmi, quindici anni dopo, nel bel mezzo dei 2500 confratelli vescovi di tutto il mondo, a partecipare al Concilio Vaticano II. Non mi aspettavo di vivere quattro anni in una Chiesa in Primavera, una Chiesa ricca di splendidi fiori che volevano solo sbocciare.

Per contro, nel 2012, non ho mai pensato di essere uno dei trentatré vescovi del mondo sopravvissuti al Concilio Vaticano II.

Non ho mai pensato di vivere la primavera e l’autunno della Chiesa.

Leggi ancora

Rione Colonna

Rione Colonna

Il Rione Colonna è stato chiamato dopo la colonna eretta in onore dell’imperatore Marco Aurelio, comunemente chiamato Colonna Antonina. Confina a nord di Campo Marzio e le mura di Roma, ad est su di Trevi, a sud con Pigna e ad ovest su Sant’ Eustachio.

Il simbolo del Rione Colonna è ovviamente la Colonna Antonina. Rione Colonna è composta da due aree molto diverse, una nella piana di Campo Marzio, l’altro in una zona collinare a ridosso delle mura. L’area nella pianura è stata la posizione di numerosi monumenti romani: Tempio di Nettuno in Piazza di Pietra, la già citata Colonna Antonina, Horologium Divi Augusti, una gigantesca meridiana che indicava le ore del giorno e dei giorni dell’anno e una colonna dedicato all’imperatore Antonino Pio. Questi monumenti esistono ancora tutti , almeno in parte.

Leggi ancora

Rione Trevi

Rione Trevi

Il Rione Trevi prende il nome dalla grande Fontana di Trevi al centro del rione. Comprende il lato occidentale del colle del Quirinale e la pianura tra questa collina e Via del Corso.

Tre spade sono il simbolo del Rione Trevi (Trevi è una corruzione di Trivio, tre strade).
Rovine nel Giardino Colonnese e gli Horti Sallustiani, sono l’unica testimonianza dell’antica Roma in questo rione. Le due statue in Piazza del Quirinale provengono dalla vicina Rione Monti e l’obelisco nella stessa piazza viene dal Mausoleo di Augusto.

Leggi ancora

Il Colosseo

Colosseo

Il Colosseo, chiamato anche “Anfiteatro Flavio”, è stato costruito dall’imperatore Vespasino in onore alla grandezza del suo impero, e inagurato da suo figlio Tito, nell’80 AC, con una festa che durò 100 giorni.

Il nome Colosseo deriva probabilmente da una grande statua in bronzo alta circa 38 metri, dal suo nome è “Colosso”, che Nerone volle come la sua immagine nei pressi della Domus Aurea.

Il lavoro che ha rappresentato l’imperatore come l’antico dio Apollo, ricordava, grazie alle sue dimensioni straordinarie, il prestigio e il fascino che ha avuto un’altro simbolo: il Colosseo di Rodi.

Leggi ancora

Il Rione Monti

Colonna Traiana Rione Monti

Rione Monti prende il nome dai tre colli (in italiano di oggi colle, collina, ma in passato erano denominati monte) comprende: Quirinale (lato est), Viminale ed Esquilino. Confina a ovest di Trevi e a nord e ad est è chiuso dalle mura di Roma. È il più grande rione, ma nel XVIII secolo fu scarsamente popolato.

Il simbolo del Rione Monti ci ricorda dei suoi tre colli.

Leggi ancora