motivi per non andare a messa

Motivi per non andare a Messa

Quali sono i motivi più plausibili per non andare a messa? Ci sono delle scuse per non andare a messa che si possono adoperare? Vediamolo nel dettaglio! 

Molte persone anche se credenti non riescono o cercano motivi per non andare a messa in quanto devono assolvere ad altri impegni. Alcuni cercano di andare in chiesa ad ogni funzione, mentre altri scelgono di andarci solo in particolari occasioni anche se rischiano di peccare. 

Altri fedeli, invece, cercano delle scuse per non andare a messa, non perché non credano ma per riuscire a mettere a tacere il senso di colpa quando non vanno a una funzione domenicale.

Non andare a messa o essere indifferenti alla funzione per i cristiani indica un problema “spirituale” all’interno del cuore di un fedele ed è possibile che la qualità della relazione con Dio ne risenta almeno in parte. 

Perché i cristiani devono frequentare la messa? 

Frequentare la messa in realtà è un obbligo per i cristiani. I seguaci di Gesù Cristo devono frequentare la chiesa come viene più volte confermato da parte degli scritti sulla Bibbia e sul Vangelo. 

In Efesini 5:19-20 si definisce: dovrebbe essere desiderio di ogni cristiano adorare in comunità. 

Nei Tessalonicesi 5:11 invece si definisce come si debba “avere il senso di fratellanza e incoraggiare altri cristiani”. Nei Romani 10:17 si dice “ascoltare la parola è ciò che genera la fede”.

Tutti questi passi, insieme anche al terzo comandamento che sottolinea “Ricordati di onorare e santificare le feste” determina la necessità di andare a messa. Questo sottolinea come sia molto difficile trovare le giuste scuse o motivi per non andare in chiesa. 

Andare in chiesa: una priorità della vita dei cristiani 

Come definito dai vari passi biblici e da uno dei dieci comandamenti: andare in chiesa dovrebbe essere tra le priorità della vita cristiana. Essere coinvolti nella chiesa è importante. Per questo motivo non può essere accettabile non andare a messa senza una motivazione reale. 

Dio e i comandamenti sottolineano come il nostro tempo libero debba essere dedicato a lui, ai familiari e a coloro che soffrono e che sono in difficoltà. 

Anche il catechismo della chiesa cattolica sottolinea che: i fedeli sono tenuti a partecipare all’Eucarestia durante i giorni di precetto, a meno che non si sia giustificati da una seria motivazione. 

Quali sono i motivi per non andare in chiesa? 

Ci sono diverse motivazioni per non andare in chiesa. Andare in chiesa come abbiamo sottolineato è necessario per riuscire a vivere in piena fede la propria vita da cristiani e fedeli. Naturalmente ci sono però dei motivi per non andare in chiesa che vengono considerati validi da parte anche del parroco oppure del vescovo. In genere è accettabile non presentarsi a una funzione religiosa quando ad esempio si sta male. Lo stesso vale per chi lavora e non può assolvere alla presenza in chiesa. 

Ad esempio, un poliziotto reperibile, se viene chiamato per un servizio improvviso e per questo motivo non va in chiesa, la sua esenzione è plausibile. Lo stesso vale se bisogna prendersi cura di una persona inferma. Nel caso in cui si curi una persona malata o inferma la scusa sarà ritenuta valida dalla chiesa. 

Infatti, se la motivazione per la quale non si va in chiesa è per servire Dio e il signore in altro, andando incontro a dei bisogni reali, oppure a una responsabilità ordinata dal Signore, allora non c’è nulla di sbagliato nel non frequentare la messa. 

Infine, tra i motivi per non andare a messa ci sono tutti quelli che possono essere considerati realmente seri, altrimenti la propria assenza alla celebrazione del Signore non è giustificata. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.