Concilio Vaticano II, speranze e illusioni

Concilio Vaticano II

Il Concilio ecumenico Vaticano II è la riunione di tutti i vescovi del mondo per discutere di argomenti riguardanti la vita della Chiesa cattolica.

Si svolse in quattro sessioni sotto i pontificati di Giovanni XXIII e Paolo VI, dal 1962 al 1965 culminato in quattro Costituzioni, tre Dichiarazioni e nove Decreti.

Annunciato da papa Giovanni XXIII il 25 gennaio 1959, insieme all’annuncio di un sinodo della diocesi di Roma e dell’aggiornamento del Codice di Diritto Canonico:

Uno dei principali compiti del Concilio era una riflessione della Chiesa sia nel rapporto con il mondo sia nella definizione della sua identità e natura.

Nel 1960 venne nominata una commissione preparatoria per definire gli argomenti da trattare durante le sessioni plenarie del Concilio.

Leggi ancora

Comprendere il Concilio Vaticano II

Concilio Vaticano II

Lanciato da Papa Giovanni XXIII, il Concilio Vaticano II (1962-1965) aggiorna la Dottrina della Fede, al fine di conciliare la Chiesa e il mondo moderno. Cinquanta anni dopo la sua apertura, l’avventura è appena cominciata.

Il 25 gennaio 1959, il nuovo Papa Giovanni XXIII annunciò il suo progetto ai cardinali e vescovi di tutto il mondo.

L’ultimo consiglio, aveva fatto la storia del Vaticano I (1870), ed è stata interrotto in circostanze drammatiche – l’ingresso delle truppe italiane a Roma, dopo aver definito il dogma dell’infallibilità papale. Successivamente, i progetti sviluppati nell’ambito del concilio di Pio XI e Pio XII erano rimasti lettera morta.

Leggi ancora

A proposito del Concilio Vaticano II

Concilio Vaticano II

Nel 1947, quando ero un prete, non ho mai pensato di ritrovarmi, quindici anni dopo, nel bel mezzo dei 2500 confratelli vescovi di tutto il mondo, a partecipare al Concilio Vaticano II. Non mi aspettavo di vivere quattro anni in una Chiesa in Primavera, una Chiesa ricca di splendidi fiori che volevano solo sbocciare.

Per contro, nel 2012, non ho mai pensato di essere uno dei trentatré vescovi del mondo sopravvissuti al Concilio Vaticano II.

Non ho mai pensato di vivere la primavera e l’autunno della Chiesa.

Leggi ancora