Colosseo

Il Colosseo

Il Colosseo, chiamato anche “Anfiteatro Flavio”, è stato costruito dall’imperatore Vespasino in onore alla grandezza del suo impero, e inagurato da suo figlio Tito, nell’80 AC, con una festa che durò 100 giorni.

Il nome Colosseo deriva probabilmente da una grande statua in bronzo alta circa 38 metri, dal suo nome è “Colosso”, che Nerone volle come la sua immagine nei pressi della Domus Aurea.

Il lavoro che ha rappresentato l’imperatore come l’antico dio Apollo, ricordava, grazie alle sue dimensioni straordinarie, il prestigio e il fascino che ha avuto un’altro simbolo: il Colosseo di Rodi.

L’imperatore Adriano spostò la statua nei pressi dell’anfiteatro e modificò le sue caratteristiche e aggiunse la “corona di Raggi solari”, per farla assomigliare al dio del Sole

Era però solo in epoca medievale che gli imperatori e l’ aristocrazia, hanno iniziato a chiamare il Colosseo con il nome di “Anfiteatro Flavio”.

Il Colosseo, progettato da Rabirio o forse Gaudenzio, era un luogo di lotte tra gladiatori, esecuzioni, naumachie e spettacoli di caccia.

Circa 80.000 spettatori potevano assistere a spettacoli dal sorgere del sole fino al tramonto, ma anche la notte, quando i gladitori erano illuminati con le fiaccole.

La storia ci dice che al pubblico piacevano più le lotte dei gladitori inventate dall’imperatore Claudio. Tutte le feste religiose, ricorrenze e le vittorie militari venivano celebrate nel Colosseo dell’epoca imperiale con una sfida tra gladiatori.

Per difendere gli spettatori dalle bestie feroci, erano state installate reti metalliche, mentre durante i giorni luminosi o di pioggia, il Colosseo era protetto con un grande telone blu “velario”.

Il Colosseo ci porta alla mente gli omicidi dei cristiani, anche se, secondo recenti studi, non ci sono documenti che dimostrano che i massacri e le stragi siano avvenute all’interno delle mura dell’Anfiteatro Flavio.

In ogni caso, nel 313 DC l’imperatore Costantino proclamò il cristianesimo religione ufficiale dell’Impiro, che vietava, naturalmente, gli omicidi di cristiani, ma confermando le lotte deo gladiatori e gli spettacoli di caccia.

Nei secoli successivi il Colosseo divenne cimitero, e una fortezza chiamata “Frangipane”.

Indirizzo: Piazza del Colosseo
Informazioni e prenotazioni:
06 39 96 77 00
Orario di apertura: lunedì-sabato dalle 9 alle 1: 30 pm / 2: 30 pm, 17:00
Biglietti: da 8 a 12,5 euro (i prezzi includono il costo della mostra ospitata durante il periodo della visita, senza, i prezzi hanno uno sconto di 2 €.)

Leave a Comment